BANDO “PARCO AGRISOLARE” 2023: FINANZIAMENTI A FONDO PERDUTO PER L’INSTALLAZIONE DI IMPIANTI FOTOVOLTAICI, SMALTIMENTO E RIMOZIONE AMIANTO, COLONNINE DI RICARICA, ISOLAMENTO TERMICO E SISTEMI DI AREAZIONE.

Creato da Editore Diloproject

}

(5 / 08 / 2023)

Sono usciti i nuovi incentivi per l’Argisolare tramite la pubblicazione in Gazzetta Ufficiale n.152 del 01.07.2023, aprendo così la strada ad un nuovo periodo di realizzazione di impianti fotovoltaici abbinati allo storage energetico degli edifici agricoli.

DI COSA SI TRATTA?

È una misura che rientra nel PNRR-MISURA M2C1 12.2 “PARCO AGRISOLARE” a cui sono stati destinati 993milioni di euro e che va ad incentivare l’installazione di impianti fotovoltaici con potenza compresa fra 6 kW e 1 MW per quanto riguarda gli edifici ad utilizzo agricolo, zootecnico, agroindustriale, compresi quelli destinati alla ricezione ed ospitalità nell’ambito dell’ attività agrituristica.

A CHI SI RIVOLGE IL BANDO?

Il bando è rivolto a tutti quegli imprenditori agricoli (individuali o societari), alle aziende agroindustriali (con ATECO specifici come panifici, caseifici, pastifici, cantine, etc.), alle cooperative agricole e consorzi, agli agriturismi, alle RTI (Raggruppamenti Temporanei d’Impresa), alle CER (Comunità Energetiche Rinnovabili), alle ATI (Associazioni Temporanee d’Impresa) formate da soggetti come sopra citati.

CHE COSA PUO’ FINANZIARE IL BANDO?

Oltre all’impianto fotovoltaico possono essere finanziati anche lavori di riqualificazione come la rimozione dell’amianto in copertura, l’isolamento termico del tetto e l’applicazione di un sistema di areazione del tetto, è inoltre possibile abbinare all’impianto fotovoltaico anche sistemi d’accumulo per la ricarica elettrica e colonnine di ricarica per veicoli elettrici.

QUANTO PUO’ ESSERE FINANZIATO?

“Questa misura del PNRR, che ha un fondo di un miliardo di euro, prevede finanziamenti a fondo perduto fino all’80% per la realizzazione di impianti fotovoltaici” ha evidenziato il ministro dell’Agricoltura, della Sovranità alimentare e delle Foreste, Francesco Lollobrigida sottolineando che “l’obiettivo è favorire lo sviluppo delle energie rinnovabili e la riduzione dei costi di produzione delle imprese”. Rispetto al precedente bando aumenta quindi il contributo a fondo perduto sulla spesa. Di seguito le percentuali aggiornate:

      • • 80% per le aziende della produzione agricola primaria che fanno autoconsumo o autoconsumo diffuso
      • • 30% per gli investimenti delle aziende della produzione agricola primaria oltre il vincolo di autoconsumo o autoconsumo diffuso
      • • 80% per le aziende del settore della trasformazione di prodotti agricoli (per le quali non ci sono vincoli sull’autoconsumo, 150 milioni)
      • • 30% per il settore della trasformazione di prodotti agricoli in non agricoli (senza vincoli sull’autoconsumo)

Per le categorie con contributo al 30%, l’intensità di contributo può essere aumentata di:

        • • 20% per le piccole imprese;
        • • 10% per le medie imprese;
        • • 15% per investimenti effettuati nelle zone svantaggiate

Il limite di spesa ammissibile è pari a 1500 euro/kWp, limite che potrà essere incrementato fino ad ulteriori 1000 euro kWp se insieme ai pannelli verranno installati anche sistemi di accumulo. In qualsiasi caso la spesa massima ammissibile per i sistemi di accumulo sarà pari a 100mila euro.

DOWNLOAD MATERIALE INFORMATIVO:

SINTESI BANDO AGRISOLARE 2023

PRESENTAZIONE DELLE DOMANDE E TEMPI DI REALIZZAZIONE DEGLI INTERVENTI

Se sei interessato compila il form in tutte le sue parti e verrai contattato! Saremo noi ad occuparci di valutare se la tua azienda rientra nei requisiti necessari al bando ed eventualmente a presentare la domanda per te, evitando di spendere inutilmente soldi se non raggiungerai il punteggio minimo.

Contattaci per qualsiasi informazione in merito

"Termini e condizioni di servizio"

Informativa sulla privacy (UE)

6 + 8 =